ANOMALISA

Titolo: Anomalisa; Regia: Charlie Kaufman, Duke Johnson; Voci: Jennifer Jason Leigh, David Thewlis, Tom Noonan; Anno: 2015; Origine: USA; Durata: 90′

Uno scrittore si reca a Cincinnati per tenere una conferenza su un suo bestseller dedicato alle aziende. Dopo aver tentato invano di ricontattare un’ex fidanzata del posto, si trova a passare la notte con Lisa, una fan incontrata in albergo.

Dopo la presentazione in anteprima allo scorso Festival del Cinema di Venezia, Charlie Kaufman, per l’occasione coadiuvato dal giovane talento dell’animazione Duke Johnson, arriva nelle sale italiane con l’atteso figlio della fortunata campagna di crowdfunding lanciata nel 2012 su Kickstarter: un film-sfida interamente realizzato in stop motion. Il regista abbandona per un attimo le trame intricate a cui ci ha abituati, ma non l’amore per il linguaggio e la retorica (nel senso lato e positivo del termine) e il tema delle relazioni umane.

Actor David Thewlis voices Michael Stone as he engages in puppet showering, puppet profanity, puppet nudity and puppet hallucinations.

In una piatta linearità – meglio, circolarità – degli eventi, Lisa-Anomalisa è l’eccezione, la voce diversa tra mille uguali (eccetto lei, tutti i personaggi sono doppiati da un uomo, Tom Noonan), l’anomalia di cui innamorarsi follemente. Follemente e fugacemente, perchè l’amore, per Kaufman – si sa – è routine e dopo un po’, inesorabile, tutto finisce per suonare lo stesso.

1401x788-068-ANOMALISA-008R

Tutto è retoricamente collegato (per analogia, sineddoche, corrispondenza, metafora), tutto ci parla: dal volto robotico dei puppets, al nome dell’hotel (Fregoli è anche una sindrome che vuole la sua vittima perseguitata sempre dalla stessa persona), all’umorismo sottile delle frasi e dei gesti. Non avreste mai pensato che dei pupazzetti in stop motion – con tanto di realistiche scene di sesso – potessero emozionarvi. Eppure.

About Elena Cappozzo

Dopo la laurea in Filologia Moderna a Padova, studia Film Writing a Roma. Sognando di scrivere “per”, scrive “di” (cinema) qua e là, accendendo ogni tanto un cero a San...SetBlv. Il grande schermo è il suo primo, assoluto amore ma le capita con discreta frequenza di tradirlo con quello della tv e persino con quello del pc (quella da Youtube e serie tv è in realtà una dipendenza piuttosto grave, no judging.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *