THE AMAZING SPIDER-MAN 2: IL POTERE DI ELECTRO

full-synopsis-for-the-amazing-spider-man-2-127713-470-75

Regia: Marc Webb
Anno: 2014
Origine: USA
Durata: 142′

 

In un momento dove il cinema americano continua a produrre film sui supereroi, ecco uscire anche in Italia il secondo episodio della saga di The Amazing Spider-man, tratto dall’omonimo fumetto Marvel scritto da Stan Lee con disegni di Steve Ditko.

Questo episodio vede il giovane Peter Parker combattere contro Electro, cercare le ragioni della scomparsa dei suoi genitori, re-incontrare il suo vecchio amico Harry Osborne e allontanarsi dalla bella Gwen Stacy. I diversi elementi della trama arricchiscono il film, la cui forza risiede nelle avvincenti scene d’azione, perfettamente godibili in 3D. L’ambientazione prevalentemente metropolitana, ricca di luminosità, è perfetta perché Elettro, nonché Max Dillon, impiegato “invisibile” alla OsCorp, vittima di un’incidente nella stessa azienda, sprigiona la sua energia grazie all’elettricità della Grande Mela. Quando questo supercattivo, interpretato da Jamie Foxx, prende coscienza della sua forza, liberando tutta la sua rabbia repressa, alla colonna sonora si sovrappongono delle parole ripetute ciclicamente, come ad esplicitare la sua lotta interiore. Infatti il lavoro del compositore Hans Zimmer e The Magnificent Six non passa certo inosservato, alternando alla classica colonna sonora orchestrale elementi elettronici che, montati sulle immagini, regalano effetti di sincronia coinvolgenti.
Le scene d’azione vedono da una parte un editing accattivante e ben strutturato, anche nei casi di montaggio parallelo, e dall’altra non pochi rallenty a conferire quel senso grandioso e colossale al momento della battaglia. I montatori accreditati sono due, uno è Elliot Graham, già editor della saga degli X-Men, mentre l’altro è l’italiano Pietro Scalia, vincitore di due premi Oscar e già collaboratore di Ridley Scott.
La regia del film, come nel primo episodio, è di Marc Webb, affermato regista di videoclip che, come detto sopra, utilizza al meglio le doti sviluppate durante la regia di queste produzioni.
Ricordiamo che la saga di The Amazing Spider-man è un reboot e quindi totalmente slegata dai precedenti film di Sam Raimi che vedono come protagonista Tobey Maguire, che interpreta uno spider-man decisamente più “imbranato” rispetto a quello di Andrew Garfield, protagonista di questa pellicola.

È stato dichiarato che quella di The Amazing Spider-man non sarà una trilogia, bensì una tetralogia; e se i restanti film riusciranno a mantenere lo stesso standard dei precedenti, il divertimento per lo spettatore è assicurato. D’altronde ai supereroi distrarre piacevolmente riesce, ed anche con un certo stile.

About Giulia Scalfi

Dopo la laurea triennale DAMS con la tesi Da Caramel a E ora dove andiamo?: Il Cinema di Nadine Labaki, consegue la laurea magistrale in Scienze dello Spettacolo e Produzione Multimediale discutendo la tesi Evoluzione del montaggio e del sonoro nella saga di James Bond. Il particolare interesse per il linguaggio cinematografico la porta a concentrasi maggiormente sulla struttura dei film e sulle scelte stilistiche. E' stata conquistata dal cinema grazie a film come Effetto Notte, Frankenstein Junior e Chicago. Non può negare la profonda stima nei confronti di Quentin Tarantino e Robert Rodriguez nonostante provi una profonda ammirazione per le cineaste di ieri e di oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *