PERFETTI SCONOSCIUTI

 Titolo: Perfetti sconosciuti; Regia: Paolo Genovese; Interpreti: Valerio Mastandrea, Giuseppe Battiston, Alba Rohrwacher, Kasia Smutniak; Origine: Italia; Anno: 2016; Durata: 97’

Sette amici si ritrovano a cena a casa di uno di loro, ridono, scherzano fino a quando la padrona di casa propone un gioco particolare: ognuno dovrà mettere il proprio cellulare al centro del tavolo, rispondere insieme a tutti i messaggi e a tutte le chiamate in entrata. Scopriranno di essere dei perfetti sconosciuti.

Silenzio in sala, il film sta per cominciare, spegnere i cellulari. Si accendono quelli nello schermo di fronte, i veri protagonisti della nostra realtà speculare che ci rimanda un’immagine tristemente vera dei rapporti umani.
Gli scheletri racchiusi nell’armadio a sei ante degli smartphone di vecchi amici d’infanzia si uniscono ai commensali di questa piacevole cena.

La nuova brillante commedia di Genovese arriva in maniera diretta e schietta per buttarci in faccia tutte le nostre ipocrisie. Sarà per questo che ci si accomoda nella poltrona del cinema e si ha come l’impressione di essere seduti a tavola tra Valerio Mastandrea e Giuseppe Battiston.

Perfetti sconosciuti (3)

Paolo Genovese scrive la sceneggiatura insieme a Filippo Bologna, Paolo Costella, Paola Mammini e Rolando Ravello. Il risultato è una struttura dialogica dinamica e coerente supportata dalla bravura e dalla chiara complicità tra gli attori, molti dei quali avevano già lavorato con il regista nei suoi film precedenti.
Il rispetto dell’unità di tempo e di luogo rende la pellicola adattabile a un testo teatrale e molto godibile. Si svolge tutto in poche ore, senza soluzione di continuità, nel salotto di una grande e accogliente casa ai Parioli mentre fuori, nel cielo notturno di Roma, è in corso l’eclissi di luna, chiara metafora di quello che avverrà a breve al suo interno.
The dark side of the moon richiama il lato oscuro dell’animo umano, quello che neanche al nostro migliore amico mostreremmo per paura del giudizio. Ed è questa forma di timore a dare vita a segreti inconfessabili, a far scambiare il cellulare con quello del vicino di tavola, pensando che lui non possa averne di peggiori.

Il ritmo è veloce, segue un  crescendo di colpi di scena non scontati. Ogni messaggio, ogni telefonata ricevuta da ognuno di loro farà scricchiolare certezze assodate, svelando una seconda, spesso inimmaginabile identità.
Le schermaglie verbali danno un tono leggero a una commedia che leggera non è per la tematica che affronta: le relazioni umane.
La fluidità che caratterizza i rapporti moderni scivola in whatsapp, facebook e tutte le altre diavolerie tecnologiche di cui oramai nessuno di noi sembra più poter fare a meno.
Donne e uomini sono sullo stesso piano, entrambi i sessi cedono alle debolezze della carne, sanno mentire bene, cercano fughe da relazioni oramai logore. Non si salva nessuno.

Perfetti sconosciuti (2)

[Spoiler] Nessuno si salva anche da un’altra forma di ipocrisia, la presunta apertura mentale di cui tutti si fan vanto, ma che tale non è se davanti all’outing dell’amico gay reagiamo come se un differente orientamento sessuale fosse una minaccia per sé stessi e un disonore per chi lo dichiara.
Poi arriva il doppio finale alla Sliding doors che pacifica le menti. Il gioco non è mai avvenuto, nessun equilibrio si è rotto sotto le bombe a orologeria nascoste nei cellulari. Finita la cena, ognuno torna a casa sorridente, mano nella mano, nei propri letti matrimoniali a condividere le loro vite fasulle. Si ritorna alla noiosa ma rassicurante vita di coppia, pronti a sobbalzare per ogni vibrazione o beep. [Spoiler]

 

About Ivana Mennella

Partenopea di nascita e spirito, ma milanese di adozione, si trasferisce all’ombra della bela Madunina otto anni fa. A 10 anni voleva fare la regista. A 20 la traduttrice per sottotitolaggio e adattamento dialoghi. A 30 la sceneggiatrice. A 40, scrive per questo blog e sa con certezza una sola cosa ossia che il cinema è ancora e resterà sempre la sua più grande passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *