BEST OF 2019 – PARASITE

Titolo originale: Parasite; Regia: Bong Joon-ho; Interpreti Song Kang-ho, Sun-kyun Lee, Yeo-jeong Jo; Origine: Corea del Sud; Anno: 2019; Durata: 132′

Due famiglie agli antipodi della scala sociale entrano in contatto grazie a un amico comune. L’intraprendenza di Ki-woo farà il resto (non dico altro, andatelo a vedere)

Se qualcuno mi chiedesse “Qual è stato il miglior film che hai visto quest’anno?” non avrei un attimo di titubanza. Con assoluta certezza posso asserire che Parasite è stata la visione cinematografica più potente del 2019, una spanna sopra tutti gli altri.

Bong Joon-ho mescola comico, grottesco, thriller e sociale passando da un registro all’altro con assoluta naturalezza e maestria. Muove la camera e con essa i nostri occhi attraverso una continua discesa e risalita chiaramente simbolica.

 La prima inquadratura dà già l’idea di una partenza dal basso. Siamo nella casa del protagonista, Ki-woo, che vive insieme ai genitori e alla sorella nella periferia degradata di Seoul in un tugurio piccolo, buio, sporco, claustrofobico al piano interrato. Poi “ascendiamo” ai quartieri alti dove si trova la casa di Mr. Park, ricco dirigente aziendale che vive lì con la moglie e i due figli. La loro casa è un gioiello architettonico in legno e vetro, un ampio e luminoso spazio dal design lineare.

Questi due mondi diametralmente opposti si intersecano per l’audacia di Ki-woo di forzare la sorte con l’inganno, ma come Icaro che vola verso l’alto con ali di cera, anche lui conoscerà la caduta trascinando tutti gli altri con sé.

Difficile scrivere di Parasite senza fare spoiler, difficile scriverne perché va visto.  Palma d’oro per il miglior film al Festival di Cannes 2019. Premio meritatissimo senz’alcuna ombra di dubbio.

About Ivana Mennella

Partenopea di nascita e spirito, ma milanese di recente adozione, si trasferisce all’ombra della bela Madunina otto anni fa. A 10 anni voleva fare la regista. A 20 la traduttrice per sottotitolaggio e adattamento dialoghi. A 30 la sceneggiatrice. A quasi 40, scrive per questo blog e sa con certezza una sola cosa ossia che il cinema e’ ancora e resterà sempre la sua più grande passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *