And the Oscar Goes to – QUALCUNO VOLÒ SUL NIDO DEL CUCULO

Titolo: Qualcuno volò sul nido del cuculo; Titolo originale: One flew over the cuckoo’s nest; Regia: Milos Forman; Interpreti: Jack Nicholson, Louise Fletcher, William Redfield, Will Sampson, Brad Dourif; Origine: USA; Anno: 1975; Durata: 133′

Prima dell’avvento della farmacologia anti-psicotica, il destino dei malati mentali era quello di essere internati in un manicomio. Il “nido del cuculo”, appunto, come si usa dire nel gergo americano. Ospedali dimenticati, nei quali nascondere i “pazzi”dalla società pubblica, sottoponendoli, nei casi più refrattari, a procedure drastiche o definitive (elettroshock e lobotomia).
Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Ken Kasy, non è solo l’accurata descrizione del funzionamento di un internato di quegli anni, ma può e deve essere letto in chiave metaforica ed evocativa di tematiche universali. Sono pur sempre gli anni ’70, è forte la contestazione giovanile, l’opposizione tra il reazionario e bigotto e il rivoluzionario oppresso. L’ordine precostituito ed imposto contro la pura e spensierata libertà, potentemente rappresentata dalla stra-citata scena finale, indimenticabile.
Nonostante sia girato quasi interamente nelle stesse stanze, è un film travolgente e commovente, retto da attori meravigliosi: Jack Nicholson (che pazzo un po’ lo è sempre stato), Will Simpson, Brad Dourif, Danny DeVito e dalla gelida Louise Fletcher nel ruolo della capo sala Midred Ratched. Quest’ultimo è divenuto un personaggio iconico di “direttrice autoritaria” nell’immaginario collettivo.
Solo apparentemente film corale, con più attenzione, si prospettano, e si riaffermano, le sopite qualità umane dei pazienti.
A proposito di Oscar… Insieme ad Accadde una notte di Frank Capra e a Il silenzio degli innocenti di Jonathan Demme, è il solo film ad aver ottenuto l’Oscar per tutte e 5 le categorie principali: miglior film, miglior regista, miglior attore (Jack Nicholson), miglior attrice (Louise Fletcher), migliore sceneggiatura non originale.
Qualcuno volò sul nido del cuculo è da vedere (e rivedere) e custodire gelosamente nella propria mente cinefila.

 

Torna alla pagina principale di And the Oscar goes to.

 

About Frank Stable

Nasce a Moncalieri (TO) il 30 Maggio 1992, si laurea nel 2018 in Medicina e Chirurgia presso la facoltà di Torino. Benché in famiglia abbia sempre respirato una certa attenzione al cinema la vera passione nasce durante il Liceo Scientifico grazie alla preziosa e ispirante programmazione del canale satellitare "CULT". Sarà il film "Vodka Lemon" di Hiner Saleem a sancire la svolta e trasformare l'interesse in passione.‎ Al di fuori del cinema i suoi interessi sono per le automobili, i viaggi e la fotografia di viaggio, la tecnologia e la grafica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *