ISTRUZIONI ROMANTICHE PER DANZARE SENZA GRAVITÀ

Titolo originale: Istruzioni romantiche per danzare senza gravità; Regia: Lucio Zanella; Interpreti: Chiara Celotto, Roberto Caccioppoli, Lorenzo Lazzarini, Claudia Liucci; Origine: Italia; Anno: 2021; Durata: 14 minuti.

Una cena a casa di amici. Due invitati che non si conoscono sono seduti uno accanto all’altro. Un uomo e una donna. In un attimo danno inizio alla danza più intrigante di sempre, quella fatta di parole e sguardi: il flirt.

Graziano arriva in ritardo ad una cena a casa di amici e siede all’unico posto libero della tavolata. Intimidito dagli altri rumorosi commensali che non conosce, approccia Alisia che è seduta accanto a lui. All’inizio lei sembra scostante e sulla difensiva. Nascono subito piccole querelle, misunderstanding.

La conoscenza si frantuma nella giostra delle apparenze per poi ricomporsi in un finale a sorpresa.

Nei 14’ di questo cortometraggio assistiamo alla messinscena della narrazione più antica del mondo. Un uomo e una donna. Differenze, diffidenze, gioco delle parti.

Quanto diciamo realmente di noi stessi alla persona che ci sta di fronte nei primi momenti di una conoscenza? Cosa rende una comunicazione davvero tale e non una mera sequenza di parole articolate secondo codici sociali ben precisi dei quali siamo inconsapevolmente schiavi?

Graziano mente, poi ritratta, Alisia fa lo stesso, ma per beffa non per malizia.

Graziano presuppone, Alisia è elusiva. Il loro scambio dialettico si muove su binari paralleli che sembrano destinati a non intersecarsi mai sino allo svelamento finale.

 La tematica affrontata nel corto non si limita alla mera questione dei gap comunicativi che inevitabilmente marcano la conoscenza tra uomini e donne, ma va ben oltre per entrare con tatto, in punta di piedi come nella danza classica, in un tema ben più ampio e delicato che qui non cito solo per non rovinare la sorprendente bellezza di questa piccola perla che ha l’elegante equilibrio di un’arabesque.

Istruzioni romantiche per danzare senza gravità è visibile su Rai Play.

About Ivana Mennella

Partenopea di nascita e spirito, ma milanese di adozione, si trasferisce all’ombra della bela Madunina otto anni fa. A 10 anni voleva fare la regista. A 20 la traduttrice per sottotitolaggio e adattamento dialoghi. A 30 la sceneggiatrice. A 40, scrive per questo blog e sa con certezza una sola cosa ossia che il cinema è ancora e resterà sempre la sua più grande passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *