Cinema e Poesia – IL FILO NASCOSTO

Titolo: Il filo Titolo originale: Phantom Thread; Regia: Paul Thomas Anderson; Interpreti: Lesley Manville, Daniel Day-Lewis, Vicky Krieps, Bern Collaco, Camilla Rutherford; Origine: USA; Durata: 130′; Anno: 2017

Amore nuovo, vita nuova

Cuore, cuore mio, che accade?
Che cosa ti opprime a tal segno?
Una ben strana vita è cominciata!
Non ti riconosco più!
Tutto quello che amavi è ormai scomparso,
scomparso quello che ti tormentava,
scomparsi il tuo lavoro, la tua pace.
Ma a questo punto come sei arrivato?

Fu quella giovinezza in fiore a prenderti
con potere illimitato?
Furono quelle sembianze amabili,
quello sguardo dolce e sincero?
Se tento risoluto di sottrarmi,
di riprendermi, di sfuggirle;
nello stesso istante i miei passi
mi riportano, ahimè, accanto a lei.

E con questo sottile filo magico
che non si lascia spezzare,
la bella spavalda mi tiene
avvinto a lei, contro il mio volere
nel suo cerchio magico adesso
devo vivere alla sua maniera.
Che sconvolgente cambiamento!
Amore, amore, lasciami libero.

(traduzione di Maria Teresa Giannelli, da Le più belle lettere d’amore, a cura di Jill Dawson, La Tartaruga)
Johann Wolfgang Goethe

 

Vedi anche: la recensione de Il filo nascosto.

About Luana Rossin

Bergamo, primavera, verso sera, 23 maggio 1992. Ama da sempre il Movimento, la Luce, la Storia, la Parola. Studia danza. Durante il Liceo (scientifico) scopre il teatro e il cinema, proseguirà su queste strade passando attraverso il Centro Sperimentale di Cinematografia e la Scuola Paolo Grassi.