BEST OF 2019 – JOKER

Regia: Todd Phillips; Interpreti: Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Sophie Dumond; Origine: Usa; Anno: 2019; Durata: 123’.

Il percorso di Arthur Fleck dal disagio psichico alla individuazione come Joker.

Sono molti i film che mi sono piaciuti nel 2019: sicuramente Parasite di Bong Joon-ho, come anche Dolore e Gloria di Pedro Almodovar, C’era una volta ad Hollywood di Quentin Tarantino e Un giorno di pioggia a New York di Woody Allen, ma ce n’è uno che in particolare mi ha colpita dritto al cuore: Joker di Todd Phillips ovvero Joaquin Phoenix nell’interpretazione del ruolo di Arthur Fleck.

L’opera di Todd Phillips trascende i fumetti, trascende il citazionismo di Scorsese e la New York degli anni 70 per consegnarci un film sulla solitudine, sul disagio psichico che la solitudine aggrava, sulla maschera, sulla liberazione della danza, sulla necessità di individuazione, sulla violenza , sulla politica con un one-man show impareggiabile, ineguagliabile, unico.

Io non penso che esista un parola per descrivere la bravura di Joaquin Phoenix come Arthur Fleck – Joker, bisognerebbe inventarne una nuova, giacché strepitoso, grandioso, epico, incredibile è ancora poco; e non capisco come non sia stato premiato al Festival di Venezia per la migliore interpretazione maschile. Joker ha vinto il Leone d’oro come miglior film, Joaquin Phoenix ha vinto il Golden Globe come miglior attore protagonista e si avvia a vincere l’Oscar, perché alla fine è vero quanto dichiarato da Todd Phillips all’indomani della vittoria a Venezia: ”Il film non sarebbe stato possibile senza Joaquin Phoenix. Joaquin è il leone più coraggioso e con la mentalità più aperta che abbia mai conosciuto. Lo ringrazio per la fiducia che ha riposto in me e per il suo talento meraviglioso.”.  That’s life!

Vedi anche Cinema e Poesia http://www.cinemagazzino.it/home/cinema-e-poesia-joker/

About Alessandra Quagliarella

Di Bari dove ha frequentato il liceo classico Socrate e si è laurea in Giurisprudenza. Da sempre appassionata di cinema. Ideatrice della rubrica "Cinema e Psiche" su Cinemagazzino, si propone una riflessione sulle vicende dell’animo umano tramite l’analisi del linguaggio espressivo di quel cinema che se n’è occupato. Nel 2015-2016 ha curato e condotto una trasmissione sul cinema "Sold Out Cinema" su Controradio Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *